Mano-nella-mano # – Catena di salvataggio per i diritti umani

Il gruppo promotore di # Mano-nella-mano # – Catena di salvataggio per i diritti umani, è costituito da persone provenienti da Germania, Austria e Italia, che vogliono dare un segnale d’umanità, per i diritti umani e contro le morti nel Mediterraneo causate dalla politica europea di chiusura dei confini. Per questo stiamo progettando una catena umana dalla Germania settentrionale al Mediterraneo. Questo segnale proviene direttamente dal centro della società civile e raggiungerà anche il livello politico.

Siamo uniti contro l’idea d’Europa che i Seehofer, Kurz e Salvini cercano d’imporre. Per noi, i diritti umani non valgono solo per gli europei bianchi e privilegiati. Siamo contro una politica europea che usa miliardi per respingere chi cerca asilo. Nei campi dentro e fuori dall’Europa ci sono persone che vivono in condizioni indegne e disumane. Chiediamo un’Europa che non costruisca fortezze, ma tratti tutti gli esseri umani per quello che sono: uguali e liberi in dignità e diritti.

Partecipiamo alla definizione della nostra società. Dimostriamo quale siano le capacità della società civile transnazionale e quanto grandi possano essere i risultati raggiunti attraverso il coraggio, il senso di comunità e la solidarietà. Insieme ci schieriamo a favore di città solidali, porti sicuri e per una politica umana verso i rifuguati. Le violazioni dei diritti umani nel Mediterraneo riguardano anche noi come società civile. Agendo in modo solidale non difendiamo solo coloro i cui diritti sono violati, che non sono ascoltati e che vivono senza diritti nell’UE. Difendiamo anche i nostri diritti e valori.

Con questa catena umana inviamo un segnale forte e sosteniamo una migliore rete degli attori della società civile per una società solidale. Vogliamo esercitare una pressione sui governi nazionali che perseguono l’isolamento nazionalista e l’esclusione razzista. Laddove i responsabili politici esitano e si arroccano, la società civile si deve unire e mostrare la sua forza e il suo coraggio a favore di:

  • un’Europa aperta, colorata e pacifica
  • la creazione di vie di fuga sicure
  • la lotta contro le cause della fuga e non la lotta contro i rifugiati
  • un approccio umano alla gente in fuga
  • il supporto e la depenalizzazione dei soccorritori civili
  • un programma europeo di salvataggio marittimo

Contatto

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Rettkette2019

E-mail: info@rettungskette2019.de

Percorso

Il nostro percorso conduce attraverso la Germania, l’Austria e l’Italia, da Amburgo come porto sicuro e con accesso al mare in Italia. Stiamo quindi formando una catena umana attraverso i paesi i cui governi sono pesantemente responsabili del trattamento disumano dei rifugiati e dell’ostruzione e criminalizzazione dei servizi di soccorso marittimo.

Vai al percorsoVai alla cartina

Proseguendo l'utilizzo del sito comporta l'accettazione dei Cookies. Ulteriori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito Web sono impostate su "Consenti cookie" allo scopo di offrire la migliore esperienza di navigazione. Se si utilizza questo sito Web senza modificare le impostazioni dei cookie o facendo clic su "Accetta", si accettano le impostazioni definite.

Chiudere